Academic Tutorials



English | French | Portugese | Dutch | Italian
Google

in linea

Domestico Codici sorgente E-Libri Trasferimenti dal sistema centrale verso i satelliti Metterseli in contatto con Circa noi

HTML Tutorials
HTML Tutorial
XHTML Tutorial
CSS Tutorial
TCP/IP Tutorial
CSS 1.0
CSS 2.0
HLML
XML Tutorials
XML Tutorial
XSL Tutorial
XSLT Tutorial
DTD Tutorial
Schema Tutorial
XForms Tutorial
XSL-FO Tutorial
XML DOM Tutorial
XLink Tutorial
XQuery Tutorial
XPath Tutorial
XPointer Tutorial
RDF Tutorial
SOAP Tutorial
WSDL Tutorial
RSS Tutorial
WAP Tutorial
Web Services Tutorial
Browser Scripting
JavaScript Tutorial
VBScript Tutorial
DHTML Tutorial
HTML DOM Tutorial
WMLScript Tutorial
E4X Tutorial
Server Scripting
ASP Tutorial
PERL Tutorial
SQL Tutorial
ADO Tutorial
CVS
Python
Apple Script
PL/SQL Tutorial
SQL Server
PHP
.NET (dotnet)
Microsoft.Net
ASP.Net
.Net Mobile
C# : C Sharp
ADO.NET
VB.NET
VC++
Multimedia
SVG Tutorial
Flash Tutorial
Media Tutorial
SMIL Tutorial
Photoshop Tutorial
Gimp Tutorial
Matlab
Gnuplot Programming
GIF Animation Tutorial
Scientific Visualization Tutorial
Graphics
Web Building
Web Browsers
Web Hosting
W3C Tutorial
Web Building
Web Quality
Web Semantic
Web Careers
Weblogic Tutorial
SEO
Web Site Hosting
Domain Name
Java Tutorials
Java Tutorial
JSP Tutorial
Servlets Tutorial
Struts Tutorial
EJB Tutorial
JMS Tutorial
JMX Tutorial
Eclipse
J2ME
JBOSS
Programming Langauges
C Tutorial
C++ Tutorial
Visual Basic Tutorial
Data Structures Using C
Cobol
Assembly Language
Mainframe
Forth Programming
Lisp Programming
Pascal
Delphi
Fortran
OOPs
Data Warehousing
CGI Programming
Emacs Tutorial
Gnome
ILU
Soft Skills
Communication Skills
Time Management
Project Management
Team Work
Leadership Skills
Corporate Communication
Negotiation Skills
Database Tutorials
Oracle
MySQL
Operating System
BSD
Symbian
Unix
Internet
IP-Masquerading
IPC
MIDI
Software Testing
Testing
Firewalls
SAP Module
ERP
ABAP
Business Warehousing
SAP Basis
Material Management
Sales & Distribution
Human Resource
Netweaver
Customer Relationship Management
Production and Planning
Networking Programming
Corba Tutorial
Networking Tutorial
Microsoft Office
Microsoft Word
Microsoft Outlook
Microsoft PowerPoint
Microsoft Publisher
Microsoft Excel
Microsoft Front Page
Microsoft InfoPath
Microsoft Access
Accounting
Financial Accounting
Managerial Accounting


Concetti in RDF

Previous Next





Possiamo distinguere tre generi di concetti nel RDF: I concetti fondamentali, i concetti di schema-definizione (utili per la definizione vocabolari nuovi) ed i concetti pratici (sono i concetti che non sono necessari assolutamente, ma sono probabili essere utili in c'è ne del dominio di applicazione).


I concetti fondamentali

Risorsa di RDF

RDF è circa la descrizione delle risorse; secondo “le risorse sono chiamati sempre da URIs„ e “qualche cosa può avere URI„. Così un RDF può essere usato teoricamente per descrivere qualche cosa. Tuttavia pricipalmente ha progettato maneggiare “le risorse recuperabili della rete„.

[] underlines che “la risorsa è tracciato concettuale ad un'entità (...), non necessari che l'entità che corrisponde a questa che traccia a tutto il caso particolare di tempo„. Per quanto la maggior parte del tempo siamo interessati nelle entità essi stessi. È quindi importante notare che i meta dati che esprimiamo circa le risorse possono richiedere i livelli differenti dell'interpretazione, quella possono essere validi in determinato contesto soltanto.

Per esempio, marchio di ritorni W3C del URI http://www.w3.org/Icons/WWW/w3c_main in una disposizione del GIF o del png, secondo il browser che usando. Un altro esempio è rapporto quotidiano del tempo, di cui il URL restituirebbe una pagina differente ogni giorno.

Ne consegue che l'interpretazione delle risorse (e quindi dei tripli di RDF) è altamente contestuale. Possiamo definire la nozione di una risorsa stabile come segue: La stabilità per la risorsa è una proprietà di essere la stessa in tutto il contesto, dal punto di vista Comunità o (dell'utente degli utenti). Questa definizione è ancora molto contestuale: dipende dagli utenti che stiamo considerando più precisamente, dall'operazione che devono compire.

Considerare per un esempio, da un punto di vista standard del lettore di, il marchio di W3C è stabile, sguardo da versioni del png e del GIF lo stessi, ma un rapporto del tempo non è stabile. D'altra parte, qualcuno interessato alle disposizioni di immagine soltanto può considerare il marchio di W3C instabile ed esporre all'aria la scuderia di rapporto -- ammettendo un tempo segnalare come sempre generando le immagini in una stessa disposizione. Tuttavia, in la maggior parte delle applicazioni, l'operazione è meno probabile cambiare che richiamando il contesto, così il presupposto di stabilità potrebbe essere utile.

Proprietà di RDF

Le proprietà sono le risorse usate come attributo dei tripli; la semantica di un triplo dipende chiaramente da una proprietà usata come attributo. Due cose sono molto importanti con questo concetto della proprietà:

In primo luogo, Il RDF considera le proprietà poichè il primo oggetto del codice categoria, diverso di la maggior parte dell'oggetto che modella le lingue, dove le proprietà sono gli attributi di un codice categoria. Anche se il concetto del codice categoria esiste nel RDF, le proprietà possono essere definite indipendentemente ed usate dai codici categoria.

Secondariamente, poichè è stato accennato, il fatto che le proprietà sono le risorse concede descriverlo con il RDF in se. Ciò sarà ampiamente usata dai seguenti concetti.

Dichiarazione di RDF

Una dichiarazione è una risorsa che reifying il triplo. Una tal risorsa deve avere proprietà del atleast tre: il RDF: oggetto, il RDF: oggetto e RDF: attributo, stimato dalle risorse corrispondenti.

Il reification dei tripli può sembrare un concetto pratico piuttosto che il concetto fondamentale. Tuttavia è definito come la parte del modello in una raccomandazione di W3C. Ciò sosterrà la volontà per usare il RDF come relativo proprio meta-sistema, per rendere ogni elemento del RDF describable in RDF in se.


I concetti di definizione dello schema

Negli schemi, le nuove risorse possono essere definite come specializzazione di quelle vecchie, così concedendo arguire i tripli impliciti. Gli schemi inoltre costringe il contesto in cui le risorse definite possono essere usate, inducente la nozione della validità dello schema. Vedremo che quelle due nozioni possono essere viste come una, in un punto di vista basato sulla logica di prim'ordine. Interamente possono essere espresse come le regole concedendo arguire i nuovi fatti (basicamente, i nuovi tripli o negazioni dei tripli). In queste regole, l'attributo logico ary 3 sarà usato per rappresentare il triplo creduto.

RDFS: subPropertyOf

C'è ne della proprietà denota il rapporto fra le risorse (l'insieme di una risorsa coppia collegato dall'arco identificato con una proprietà). RDFS: il subPropertyOf si applica alle proprietà e deve essere interpretato come rapporto del sottoinsieme fra il rapporto che denotano. Così la seguente regola si leva in piedi:

Per esempio, se “la madre„ è secondario-proprietà “del genitore„, affatto triplo che ha “la madre„ come l'attributo dovrebbe anche essere considerato come avendo “genitore„ come l'attributo. Questa proprietà è molto importante nelle definizioni dello schema per il interoperability fra gli agenti di RDF. Nell'esempio qui sopra, l'agente che non conosce la semantica “della madre„ potrebbe trattarlo almeno come “il genitore„ (che la ammette conosce la semantica “del genitore„). Dal RDFS: il subPropertyOf denota un rapporto del sottoinsieme, la regola di transitività inoltre si leva in piedi:

Si noti che è considerato non valido avere i cicli in RDFS: subPropertyOf, benchè non definisca il senso esprimere questo vincolo nel RDF4. In ogni modo, la regola logica corrispondente è la seguente (poiché c'è ne del ciclo risulterebbero, con la transitività, in una proprietà che è la relativa propria secondario-proprietà):

Si noti che non ci sono URI standard per una proprietà universale (eccellente-proprietà di c'è ne della proprietà).

RDFS: Classificare, rdf: tipo e il RDFS: subClassOf

I codici categoria sono le risorse che denotano un insieme delle risorse, attraverso i mezzi della proprietà RDF: scrivere (casi che hanno la proprietà RDF: scrivere stimato da un codice categoria). Poiché tutti gli insiemi delle risorse presentate in questa sezione sono risorse (hanno un URI), tramite la definizione hanno la proprietà RDF: scrivere stimato dal RDFS: Codice categoria. D'altra parte, tutte le proprietà (definite nella raccomandazione di W3C o in qualsiasi schema) hanno RDF: scrivere stimato da RDF: Proprietà.

I codici categoria sono strutturati come le proprietà, in una gerarchia del sottoinsieme denotata dalla proprietà RDFS: subClassOf. Per quanto riguarda RDFS: il subPropertyOf, cicli non dovrebbe esistere benchè possa essere usato per esprimere l'equivalenza, ma il contrario alla gerarchia della proprietà, la gerarchia del codice categoria ha l'elemento massimo: è naturalmente il RDF: Risorsa (così tutta la latta del codice categoria ha implicitamente il RDFS: subClassOf stimato dal RDFS: Risorsa). Le seguenti regole, simili alle regole relative al RDFS: il subPropertyOf, si leva in piedi:

RDFS: dominio e RDFS: gamma

Queste proprietà si applicano alle proprietà e devono essere stimate dai codici categoria. Sono usate per limitare un insieme delle risorse che possono avere la data proprietà (il dominio della proprietà) e l'insieme dei valori validi per la proprietà (la relativa gamma). Una proprietà può avere altretanti valori per il RDFS: dominio come stato necessario, ma nient'altro di un valore per il RDFS: gamma

Affinchè il triplo sia valido, l'oggetto deve abbinare la gamma (se c'è ne) di attributo (cioè dovrebbe avere il RDF: il tipo stimato da codice categoria corrispondente o da una delle relative sottoclassi) e l'oggetto dovrebbero abbinare almeno uno dei dominii (se c'è ne) dell'attributo (nota che se l'attributo ha le eccellente-proprietà, questo dovrebbe anche essere controllata ricorrentemente per vedere se ci sono tutti). Ciò della latta bne logicamente espresso vicino:

Vale la pena di notare che, benchè questo due regole siano intese per essere usate per la validità che controlla soltanto e quella prima (RDFS: la regola di dominio) può realmente essere usata soltanto questo senso (non può essere usata per effettuare l'illazione poiché la relativa conseguenza è qualificata existentially), quella seconda (RDFS: la regola della gamma) ha interpretazioni differenti secondo supporre il mondo chiuso o aperto. In un'ipotesi chiusa del mondo, qualsiasi triplo mancante è considerato negato, così un RDFS: la regola della gamma ha essere verificata soltanto. Ma nell'ipotesi aperta del mondo, i tripli mancanti non sono necessariamente di essere falsi, in modo da la regola può essere usata per effettuare l'illazione preferibilmente. Poiché il campo “naturale„ del RDF è fotoricettore, dove le informazioni sono da essenza distribuita ed incompleta, l'ipotesi aperta del mondo sembra essere molto più ragionevole.

RDFS: Letterale

Rdfs delle risorse: Costante letterale, denotante l'insieme delle costanti letterali, dichiarato come il codice categoria (benchè le costanti letterali non siano le risorse, conformemente alla raccomandazione!). Il relativo uso progettato è di essere una gamma di proprietà.


I concetti pratici

Questi concetti potrebbero essere definiti negli schemi esterni, ma poiché sono utili comune, sono stati definiti una volta per tutte in uno schema di nucleo.

RDFS: Contenitore

I contenitori sono l'accumulazione delle risorse. Sono modellati dal caso di una delle tre sottoclassi di RDFS: Contenitore: il RDF: Sacchetto (accumulazione unordered), RDF: Seq (accumulazione ordinata) o RDF: Alt (un'alternativa). L'insieme dei membri è modellato dalle proprietà automaticamente generate RDF: _ 1, RDF: _ 2, ecc. Queste proprietà sono i casi di RDFS: ContainerMembershipProperty, una sottoclasse di RDF: Property5.

RDFS: ConstraintResource e RDFS: ConstraintProperty

Per l'agente di RDF può essere interessante essere informato di una risorsa sconosciuta (o più specificamente della proprietà) sta definendo il vincolo di validità. L'insieme di tali risorse è RDFS: ConstraintResource. La relativa sottoclasse RDFS: ConstraintProperty è naturalmente la sottoclasse di RDF: Proprietà anche. Le proprietà RDFS: dominio e RDFS: la gamma definita sopra è i casi di RDFS: ConstraintProperty.

RDFS: seeAlso e RDFS: isDefinedBy

Una data risorsa ha potuto avere essere descritto in più di un posto sopra il Internet. Il RDFS: la proprietà di seeAlso può essere usata per precisare le descrizioni alternative della risorsa tematica. La relativa secondario-proprietà RDFS: isDefinedBy più specificamente indica alla descrizione originale o autorevole.

RDFS: etichetta e RDFS: commento

Potrebbe essere utile descrivere la risorsa con testo leggibile umano oltre che le proprietà “pure„ di RDF; ciò è il ruolo di RDFS: etichetta e RDFS: commento. Il precedente è usato per dare il nome human-readable di una risorsa, il posteriore, per dare la descrizione più lunga. Si noti che possono avere i valori multipli per i bisogni di internazionalizzazione.





Previous Next

Keywords: rdf model, resource description framework xml, rdf statements, rdf schema


HTML Quizes
HTML Quiz
XHTML Quiz
CSS Quiz
TCP/IP Quiz
CSS 1.0 Quiz
CSS 2.0 Quiz
HLML Quiz
XML Quizes
XML Quiz
XSL Quiz
XSLT Quiz
DTD Quiz
Schema Quiz
XForms Quiz
XSL-FO Quiz
XML DOM Quiz
XLink Quiz
XQuery Quiz
XPath Quiz
XPointer Quiz
RDF Quiz
SOAP Quiz
WSDL Quiz
RSS Quiz
WAP Quiz
Web Services Quiz
Browser Scripting Quizes
JavaScript Quiz
VBScript Quiz
DHTML Quiz
HTML DOM Quiz
WMLScript Quiz
E4X Quiz
Server Scripting Quizes
ASP Quiz
PERL Quiz
SQL Quiz
ADO Quiz
CVS Quiz
Python Quiz
Apple Script Quiz
PL/SQL Quiz
SQL Server Quiz
PHP Quiz
.NET (dotnet) Quizes
Microsoft.Net Quiz
ASP.Net Quiz
.Net Mobile Quiz
C# : C Sharp Quiz
ADO.NET Quiz
VB.NET Quiz
VC++ Quiz
Multimedia Quizes
SVG Quiz
Flash Quiz
Media Quiz
SMIL Quiz
Photoshop Quiz
Gimp Quiz
Matlab Quiz
Gnuplot Programming Quiz
GIF Animation Quiz
Scientific Visualization Quiz
Graphics Quiz
Web Building  Quizes
Web Browsers Quiz
Web Hosting Quiz
W3C Quiz
Web Building Quiz
Web Quality Quiz
Web Semantic Quiz
Web Careers Quiz
Weblogic Quiz
SEO Quiz
Web Site Hosting Quiz
Domain Name Quiz
Java Quizes
Java Quiz
JSP Quiz
Servlets Quiz
Struts Quiz
EJB Quiz
JMS Quiz
JMX Quiz
Eclipse Quiz
J2ME Quiz
JBOSS Quiz
Programming Langauges Quizes
C Quiz
C++ Quiz
Visual Basic Quiz
Data Structures Using C Quiz
Cobol Quiz
Assembly Language Quiz
Mainframe Quiz
Forth Programming Quiz
Lisp Programming Quiz
Pascal Quiz
Delphi Quiz
Fortran Quiz
OOPs Quiz
Data Warehousing Quiz
CGI Programming Quiz
Emacs Quiz
Gnome Quiz
ILU Quiz
Soft Skills Quizes
Communication Skills Quiz
Time Management Quiz
Project Management Quiz
Team Work Quiz
Leadership Skills Quiz
Corporate Communication Quiz
Negotiation Skills Quiz
Database Quizes
Oracle Quiz
MySQL Quiz
Operating System Quizes
BSD Quiz
Symbian Quiz
Unix Quiz
Internet Quiz
IP-Masquerading Quiz
IPC Quiz
MIDI Quiz
Software Testing Quizes
Testing Quiz
Firewalls Quiz
SAP Module Quizes
ERP Quiz
ABAP Quiz
Business Warehousing Quiz
SAP Basis Quiz
Material Management Quiz
Sales & Distribution Quiz
Human Resource Quiz
Netweaver Quiz
Customer Relationship Management Quiz
Production and Planning Quiz
Networking Programming Quizes
Corba Quiz
Networking Quiz
Microsoft Office Quizes
Microsoft Word Quiz
Microsoft Outlook Quiz
Microsoft PowerPoint Quiz
Microsoft Publisher Quiz
Microsoft Excel Quiz
Microsoft Front Page Quiz
Microsoft InfoPath Quiz
Microsoft Access Quiz
Accounting Quizes
Financial Accounting Quiz
Managerial Accounting Quiz

Privacy Policy
Copyright © 2003-2017 Vyom Technosoft Pvt. Ltd., All Rights Reserved.